Prova tu e comincia da qui

BUTTERMILK (latte fermentato)

Chi è un appassionato di ricette americane, si sarà quasi sicuramente già imbattuto in questo interessantissimo ingrediente dal nome particolare. Parliamo del buttermilk ( da non confondere con il latticello), un prodotto derivato del latte che viene utilizzato in numerose preparazioni della cucina a stelle e strisce. Il burro( da qui la parola) c’entra e non c’entra ,in quanto una volta , Il buttermilk altro non era che il latte di scarto della lavorazione del burro; oggi le cose sono in realtà cambiate e il buttermilk non viene più prodotto utilizzando il processo di lavorazione del burro ma  aggiungendo delle particolari colture di batteri al latte normale, riuscendo a raggiungere la consistenza e il gusto che è in realtà molto vicino a quello ottenuto secondo i metodi tradizionali.

Il buttermilk viene utilizzato per numerose ricette, al posto del latte perché grazie all’aggiunzione del bicarbonato regala una doppia lievitazione che il latte normale non dona: muffin,torte , ciambelle, pane, morbidi ,gonfi e soffici per diversi giorni. Il ruolo del buttermilk in quasi tutte le ricette di cottura è quello di aggiungere tenerezza e alleggerire la pastella. Una volta che gli acidi del buttermilk entrano in contatto con il bicarbonato di sodio o il lievito nella pastella, si svolge una gigantesca festa frizzante. La reazione con il bicarbonato di sodio annulla l’acidità del latticello, lasciando i nostri prodotti da forno ariosi, teneri e gustosi oltre ogni aspettativa. In Italia, dove è conosciuto con il nome di  latticello, è praticamente introvabile Questo vuol dire che per chi voglia preparare una ricetta che ne preveda l’impiego, dovrà prepararlo in casa e vi assicuro che è davvero semplice . Vediamo come

Serve il latte con un cucchiaio di succo di limone o aceto bianco ….Tutto qui!!!

Procedimento: dose per 200 ml di latte (o in proporzione quanto richiesto nelle vostre ricette )

  1. Unire il latte e l’acido. Mescola 200 ml di latte tiepido con un cucchiaio di succo di limone o aceto
  2. Lasciare riposare da 5 a 10 minuti. Lasciare riposare la miscela a temperatura ambiente per 5-10 minuti. Quando è pronto, il latte sarà leggermente addensato e vedrai piccoli pezzetti di caglio
  3. Pronto per l’uso. Usa l’intero composto (compresi i pezzi di cagliata) nella tua ricetta.
  4. FATTO

Questa dose può essere dimezzata, raddoppiata o triplicata secondo le necessità .

Insomma il buttermilk, può essere utilizzato in diversi modi in cucina, ma tornerò per approfondire l’argomento .Intanto provate questo fenomeno per i vostri prossimi prodotti da forno e poi mi dite…

Vi lascio una galleria foto con i miei dolci soffici soffici ,realizzati con il buttermilk

Sono cresciuta tra i profumi più golosi al mondo... Pane, pizze, biscotti, torte al cioccolato... Mi piace sentire gli stessi profumi dentro la mia cucina!!!